Il ciceto più famoso della Rete si chiama David Bowie e la sua padrona gli fa impersonare i protagonisti del cartoni

La tendenza degli umani a immortalare i propri animali con vestiti o costumi bizzarri sta prendendo sempre più piede, mie adorati pelosetti, con trovate e idee molto fantasiose ed estrose.

notizie animali, notizie divertenti, notizie strane, notizie commoventi, criceti, animali famosi in Rete

Oggi vi racconto la storia di David Bowie, un criceto che è diventato una star della Rete. Jenny, la sua padrona ha trovato il modo di fargli impersonare vari personaggi senza che il pelosetto debba stressarsi indossando abiti e accessori.

notizie animali, notizie divertenti, notizie strane, notizie commoventi, criceti, animali famosi in Rete

Quando si figlia le ha chiesto il permesso di abbigliare David Bowie, Jenny, che fa l’illustratrice, ha pensato di creare dei cartoni pronti da indossare invece che cucirgli dei vestitini.

notizie animali, notizie divertenti, notizie strane, notizie commoventi, criceti, animali famosi in Rete

Su una vecchia scatola di Amazon ha disegnato una sirena, un clown, una principessa, lo stregatto e altri personaggi di cartoni animati con un buco al posto della faccia, in cui David Bowie ha inserito il suo musetto spontaneamente, spinto dalla curiosità.

notizie animali, notizie divertenti, notizie strane, notizie commoventi, criceti, animali famosi in Rete

Poi gli ha scattato delle foto e le ha pubblicate sul suo blog Mythsandfabrications. Da quel momento David Bowie è diventato il criceto più famoso e ammirato della Rete con grande orgoglio della sue umane.

notizie animali, notizie divertenti, notizie strane, notizie commoventi, criceti, animali famosi in Rete

Jenny, che una vera appassionata di animali, ha dipinto i cartoni con colori atossici per evitare che il suo pelosetto corresse qualsiasi tipo di rischio. 

 

Il ciceto più famoso della Rete si chiama David Bowie e la sua padrona gli fa impersonare i protagonisti del cartoniultima modifica: 2013-09-07T10:00:00+00:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento